GOD JUL!

In attesa del nostro viaggio in Finlandia della prossima estate

qualche curiosità dal nord sulle festività natalizie

 

“God Jul” è questa l’esclamazione dal significato benaugurale che in Finlandia e, con diverse pronunce nel resto dei paesi nordici, celebra l’arrivo delle festività invernali.

Ripercorrendo le radici etimologiche della parola “jul” , legata ai termini di “jol” e “yule” che nella tradizione germanica precristiana indicava la festa del solstizio d’inverno, si risale proprio al suo antico significato di “ruota”: un chiaro riferimento al nuovo ciclo della luce che iniziava dopo i giorni più bui dell’anno che coincidevano con i giorni tra il 21 e il 23 dicembre.

Le tenebre della notte artica, associate alle forze maligne, venivano contrastate attraverso quella luce simbolica che si accendeva nelle case e per le strade con fuochi e torce. All’insegna del sincretismo religioso tra cristianesimo e riti pagani, la natività coincide proprio con la rinascita solare.

 

Ancora oggi l’atmosfera naturale è indissolubilmente legata ai festeggiamenti del Natale in Finlandia, dove i paesaggi imbiancati dalla neve sono illuminati non solo dalle stelle dei limpidi cieli a queste latitudini estreme, ma anche dalle luminarie nelle strade delle città, dalle lanterne di ghiaccio sui vialetti d’ingresso delle case e da candele e luci al loro interno.

 

A HELSINKI il Natale si respira nell’aria e ha il profumo intenso del glögi, servito nelle case per dare il benvenuto agli ospiti, alle feste aziendali, in eventi pubblici e per strada nei mercatini che colorano la piazza del Senato, il porto e il parco Esplanadi.
Nelle settimane che precedono il Natale l’atmosfera è esuberante, con tante feste chiamate pikkujoulu, o Piccolo Natale.
Tra gli eventi imperdibili in città, oltre al festival delle luci e alle piste di pattinaggio, magica l’incoronazione di Santa Lucia e la processione su un carro trainato da cavalli fino alla Cattedrale luterana, una tradizione tramandata dalla comunità di lingua svedese in Finlandia.

 

Le festività possono assumere anche i toni di un viaggio indietro nel tempo tra i mercatini delle splendide città di legno di FISKARS e PORVOO, perfetto mix di artigianato, gastronomia e natura incontaminata per una gita fuori porta da Helsinki. Le colorate casette perfettamente conservate e magazzini in legno rosso di Porvoo, in particolare, sono inseriti nel più ampio contesto del Parco Nazionale Urbano che si sviluppa verso sud permettendo di dedicarsi a passeggiate, corse ma soprattutto sci e snowboard anche in centro città! Il Natale qui inizia ufficialmente con la cerimonia nella vecchia piazza del mercato il 26 novembre e la fine dell’anno è caratterizzata da tantissimi eventi.

 

Tutta medioevale l’atmosfera nella più antica città della Finlandia, TURKU, fondata nel XIII secolo sulle sponde del fiume Aurajoki e ancora oggi è protagonista della dichiarazione della pace di Natale, momento culmine delle festività invernali, celebrando una chiamata all’armonia e al raccoglimento. Ogni anno di fronte alla sua cattedrale viene allestito un imponente abete per accogliere i viaggiatori, mentre via Yliopistonkatu è illuminata a giorno per diventare la via principale del Natale.

Buon Natale dal Nord