In collaborazione con Associazione Culturale «La Via delle Arti» di Savona, saremo itineranti nei luoghi più descritti e amati:  Napoli, Pozzuoli, Sorrento, Santa Maria Capua a Vetere, Castellammare di Stabia.

PRESENTAZIONE DEL VIAGGIO

Napoli, città meraviglia. Napoli città verticale, città che cambia, affascina e diventa vertigine.

E’ questa la sensazione descritta da quasi tutti  i viaggiatori stranieri che affollano le sue vie tra Settecento e Ottocento, quando la visitano, tappa imprescindibile di quel grand tour nella Penisola, divenuto ormai rito collettivo delle élites europee dalla Spagna alla Russia ed anche nord americane.

Così Napoli e le città intorno, sono percorse, ammirate, analizzate, descritte raccontate da colonie di stranieri che si abbarbicano nelle ville lungo le coste partenopee per godere di un clima estraneo alle loro origini, per ammirare le immense distese di resti archeologici via via portate alla luce, per lasciarsi irretire dalle miseria e dalla nobiltà di un territorio in cui lame di luci abbacinanti squarciano il buio che tenta di invadere ogni spazio.

Noi ci muoveremo in questi contrasti, raccontando e visitando la Napoli del Settecento e dell’Ottocento, le sue trasformazioni urbanistiche, architettoniche, artistiche e la percezione della sua realtà da parte di chi la vive e la visita.

Come i viaggiatori del passato, anche noi saremo itineranti nei luoghi più descritti e amati:  a Pozzuoli, Sorrento, Santa Maria Capua a Vetere, Castellammare di Stabia.

DESCRIZIONE ITINERARIO

Martedì 18 Gennaio: Da Savona, Genova e Milano a Napoli

 

Con bus riservato si parte da Savona e da Genova, per congiungersi con i partecipanti residenti a Milano, in prossimità dei banchi di partenza ITA all’aeroporto di Linate. Da qui con volo ITA raggiungiamo aeroporto Napoli ove troviamo bus riservato per trasferimento in città. Pranzo in aeroporto.

Visitiamo l’interno del Teatro San Carlo e ci spostiamo nelle imminenze della piazza presso la Galleria e Via Toledo per iniziare la nostra analisi di cambiamenti urbani tra Settecento e Ottocento.

Sistemazione in Hotel Terminus per cena e pernottamento.

Mercoledì 19 Gennaio: Napoli, visioni residenziali

 

Colazione del mattino a buffet in hotel.

Il Lungomare verso Posillipo, il lungomare delle ville, è stato completamente ripensato nell’Ottocento, per diventare una nuova vetrina della città. Lo ripercorriamo, fermandoci a visitare la rilucente Villa Acton Pignatelli, una casa museo che ci condurrà in una Napoli internazionale, romantica e suggestiva.

Ci sposteremo verso Castel dell’Ovo e poi in Piazza Plebiscito, analizzando insieme i monumenti più significativi e la loro storia.

Pausa pranzo libero.

Prosecuzione della visita a Palazzo Serra di Cassano, in prossimità della Nunziatella e Palazzo Zavallos, sede della sezione napoletana delle Gallerie d’Italia nelle quali apprezzeremo in particolare i paesaggisti della scuola di Posillipo e di Resina.

Giovedì 20 Gennaio: San Leucio e Santa Maria Capua Vetere

 
Colazione del mattino a buffet in hotel.

Con bus riservato raggiungiamo, in prossimità di Caserta, il complesso monumentale di San Leucio e FerdinandopoliSi tratta di un esperimento urbanistico, architettonico, economico e quindi sociale fortemente voluto da Ferdinando IV, su ispirazione del grande intellettuale Gaetano Filangeri. Grazie a questa visita comprenderemo come gli ideali illuministi guidarono scelte e azioni Borbone nel Settecento, alla ricerca di soluzioni per i problemi del loro regno.

Pranzo libero.

Sempre nel Settecento esplose, letteralmente, la ricerca erudita e archeologica. L’itinerario archeologico a Santa Maria Capua a Vetere, che sorge sulle rovine dell’antica e gloriosa Capua comprende l’anfiteatro – in cui fu confinato il capo della rivolta dei gladiatori Spartaco, l’arco di Adriano, il criptoportico e i resti degli impianti idrici, alcune abitazioni e il mitreo.

Rientro in hotel per la cena e il pernottamento.

Venerdì 21 Gennaio: Castellammare di Stabia e Sorrento

 

Dopo la colazione a buffet in hotel con bus riservato raggiungiamo Castellammare di Stabia.

L’antica Stabiae, distrutta dall’eruzione del Vesuvio, rinacque lentamente nel Medioevo sino a divenire una città di importanza strategica nel Settecento, con la costituzione dei cantieri navali, della corderia.

Visiteremo Villa Arianna, la villa d’otium più interessante tra le ville romane di Stabiae, e la Reggia di Quisisana, il nucleo medievale della quale fu progressivamente modificato nel Settecento: divenne, così, un luogo mirabile citato nelle guide del grand tour.

Pausa pranzo libero.

Raggiungiamo Sorrento, altro luogo evocativo per eccellenza, con il suo impianto di vie ortogonali, i suoi monumenti stratificati nel tempo, i colori delle case armonici con quelli delle ceramiche di Capodimonte che ammireremo nel museo Correale.

Rientro in hotel per cena e pernottamento.

Sabato 22 Gennaio: Pozzuoli

 

Lasciamo l’hotel dopo la colazione per raggiungere con il bus l’area di Pozzuoli.

Ricorrendo il 700esimo anno di morte del sommo poeta Dante, non potevamo dimenticare un omaggio alla sua poesia. Questi luoghi, infatti furono individuati da un inaspettato Galileo Galilei, studioso di Dante, come luogo d’inizio del viaggio dantesco nell’aldilà, nel territorio tra Cuma e Napoli e, nello specifico, nel bosco che circonda il lago d’Averno. Pranzo libero.

La giornata si svolgerà tra la piscina Mirabilis e il Museo Archeologico di Baia, collocato nel dominante castello aragonese, sino all’anfiteatro Flavio e alla Casina Vanvitelliana. Siamo in un’area archeologica, ma anche in un territorio straordinariamente importante per lo studio delle geologia, i campi Flegrei sono un’area di quasi 15 km di diametro che è l’antichissima caldera di un vulcano, oggetto di un particolare fenomeno detto «bradisismo».

Rientro in hotel per cena e pernottamento.

Domenica 23 Gennaio: Napoli e rientro

 
Colazione del mattino a buffet in hotel.

La chiusura del nostro viaggio ci porta ancora nel centro storico di Napoli, presso il rinnovato museo civico Gaetano Filangeri, ospitato in Palazzo Como, uno dei rari esempi di palazzo rinascimentale, rimaneggiato con una ardita ricomposizione nel 1880 quando, per rettificare via Duomo, la sua facciata fu retrocessa di 2 ,  metri: per questo motivo a Napoli fu definito «il palazzo che cammina».

Gaetano Filangeri fu un indiscusso protagonista della Napoli illuminata del Settecento e il suo omonimo nipote nel 1882 costituì il museo. Questa visita, per noi, sarà sintesi e summa dei percorsi culturali compiuti durante il nostro soggiorno.

Tempo libero a disposizione. Pranzo libero in città.

Nel pomeriggio raggiungiamo aeroporto di Napoli per rientro con volo. Raggiunto aeroporto di Milano con bus riservato rientriamo a Genova e nelle località di partenza.

Per maggiori informazioni scarica il programma dettagliato

TRASPORTI

SI PARTE DA SAVONA E GENOVA

Ħ I luoghi di partenza e gli orari saranno direttamente comunicati ai partecipanti

SI PARTE DA MILANO

Ħ Appuntamento ai banconi ITA dell’aeroporto di Milano Linate alle ore 10.30

I NOSTRI VOLI

LIN/NAP – 12,35/13,55 – AZ1287

NAP/LIN – 17,25/18,45 – AZ1290

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: 1420 euro (min 20 pax) 1590 euro (min 15 pax)

SUPPLEMENTO CAMERA SINGOLA: 220 euro
ACCONTO: 500 euro

Gruppo minimo 15 partecipanti

Prenotazione immediata, sino ad esaurimento posti disponibili. Il viaggio sarà confermato al raggiungimento del gruppo di 15 partecipanti.

Saldo entro e non oltre il 31 dicembre 2021

LA QUOTA COMPRENDE

  • Trasferimenti da Liguria ad aeroporto MIlano a/r
  • Volo a/r Milano Napoli
  • Bus riservato durante il soggiorno a Napoli
  • Sistemazione in camera a due letti in hotel **** con colazioni, cene in hotel in ristorante comprensive di bevande
  • Tasse di soggiorno
  • Servizio di accompagnatore per tutta la durata del soggiorno, illustrazioni storico – artistiche a cura di Flavia Cellerino
  • Guida locale
  • Tutti gli ingressi nei siti monumentali indicati – circa 70 euro
  • Sistema di microfonaggio
  • Polizza assicurativa “medico-bagaglio-annullamento” e polizza protezione covid

LA QUOTA NON COMPRENDE

  • I biglietti di ingresso di eventuali visite fuori programma
  • Gli extra in genere, i pasti di mezzogiorno, le mance
SCARICA IL PROGRAMMA DETTAGLIATO

CONDIVIDI!

CONTATTACI