Siamo abituati a camminare insieme all’aria aperta, nel sole o nella nebbia, col tepore o con il freddo.

Ora siamo a casa, alla finestra. Molti di noi sono soli.

Non tutti siamo coraggiosi allo stesso modo, fiduciosi allo stesso modo.

Ognuno di noi ha la sua storia, i suoi dolori, le sue felicità.

Ma, come dico sempre, Artesulcammino è una comunità a geometria variabile, in cui si vorrebbe che tutti stessero bene.

E in momenti come questi che si gioca la nostra capacità di trasformare le belle parole in gesti concreti, anche piccoli.

Noi ci siamo!

E per chi non ha accesso a facebook, e non può leggere direttamente quanto pubblichiamo,

ecco la serie delle poesie comparse a tenerci compagnia dal 9 marzo.

A tutti l’augurio di stare bene.

A presto, su nuovi sentieri.

Flavia Cellerino

Siamo abituati a camminare insieme all’aria aperta, nel sole o nella nebbia, col tepore o con il freddo.
Ora siamo a casa, alla finestra. Molti di noi sono soli.
Non tutti siamo coraggiosi allo stesso modo, fiduciosi allo stesso modo.
Ognuno di noi ha la sua storia, i suoi dolori, le sue felicità.
Ma, come dico sempre, Artesulcammino è una comunità a geometria variabile, in cui si vorrebbe che tutti stessero bene.
E in momenti come questi che si gioca la nostra capacità di trasformare le belle parole in gesti concreti, anche piccoli.
Noi ci siamo!
E per chi non ha accesso a Facebook, e non può leggere direttamente quanto pubblichiamo,
ecco la serie delle poesie comparse a tenerci compagnia dal 9 marzo.
A tutti l’augurio di stare bene.
A presto, su nuovi sentieri.
Flavia Cellerino

LASCIA UN COMMENTO